Il riso abbonda…

…nei pomodori ripieni!
Un classico piatto del centro italia, questi pomodori sono l’ideale nei mesi estivi: di facile esecuzione, si possono preparare in anticipo e servire freddi, bastano da soli – o quasi – a risolvere un pranzo o una cena e sono buonissimi pur essendo leggeri.
Il segreto sta, come sempre, nella scelta della materia prima. Il pomodoro deve essere tondo e dalla polpa piuttosto soda per tenere il ripieno in cottura, il riso – eresia! – parboiled per assorbire tutti i sapori restando ben sgranato, le erbe aromatiche abbondanti e fresche per regalare al piatto tutti i profumi dell’estate.
La ricetta tradizionale prevede anche le patate che, volendo, si potrebbero omettere. Sarebbe però un gran peccato, in quanto, cuocendo nel sughino dei pomodori, acquistano un gusto indescrivibile.
Ah… il giorno dopo, se avanzano, sono ancora più buoni!

Pomodori ripieni di riso con patate
 
 
Immagine
 

Ingredienti:

pomodori rossi tondi, 8
riso parboiled, 16 cucchiai
aglio, 2 spicchi
erbe aromatiche a piacere (io uso basilico, prezzemolo ed abbondante mentuccia o nepitella)
olio evo
sale
pepe nero
patate, 4

Procedimento:

Tagliare la calotta superiore ai pomodori, svuotarli con un cucchiaio senza romperli, raccogliere la polpa ed il succo in una ciotola. Adagiare i pomodori a testa in giù e le calotte su un piatto, per fargli perdere ulteriore acqua.
Tagliare a pezzetti la polpa nella ciotola, aggiungere l’aglio privato dell’anima e schiacciato, le erbe aromatiche sminuzzate (io lo faccio sempre con le mani, per evitare che si ossidino a contatto con le lame di acciaio), abbondante sale, una spolverata di pepe – facoltativa -, il riso ed un filo d’olio evo. Per accelerare il procedimento tutti gli ingredienti si potrebbe usare un mixer ad immersione, ma a me piace che restino dei pezzetti di polpa di pomodoro nel ripieno.
Far riposare la ciotola in frigo per almeno un’ora, ma più è lungo il riposo più il riso avrà modo di assorbire i liquidi dei pomodori e questo farà la differenza sul risultato finale.
Accendere il forno a 200°C. Riprendere i pomodori, mettere un pizzico di sale all’interno, riempirli con il composto di riso e polpa, richiuderli con le loro calotte ed adagiarli in una teglia da forno con un bel giro d’olio sul fondo.
Sbucciare le patate e tagliarle a spicchi, condirle in una ciotola con sale, pepe, olio ed un po’ di rosmarino.
Riempire gli spazi tra un pomodoro e l’altro con gli spicchi di patata.
Se dovesse avanzare un po’ di ripieno si può versare a cucchiaiate sulle patate.
Cuocere in forno già caldo per un’ora circa; se la parte superiore dei pomodori dovesse iniziare a bruciacchiarsi, coprire la teglia con un foglio di alluminio.

Questa ricetta partecipa a

un anno di Ammodomio

Annunci

3 pensieri su “Il riso abbonda…

  1. Ce li ho in forno ora, quindi vanno benissimo!!!! 🙂 Un solo consiglio:la calotta dei pomodori va tagliata al contrario. Così la parte più dura resta sotto e con la cottura si ammorbidisce.. 😀

  2. grazie per il suggerimento, in realtà ho provato ma, utilizzando pomodori dell’orto che spesso hanno un po’ di polpa bianca e legnosetta in zona picciolo preferisco tagliarli così, almeno riesco ad eliminarla tutta!

  3. Meravigliosi! Anche io li faccio spessissimo e il procedimento è all’incirca quello! Sono davvero un piatto estivo (se non consideriamo il forno acceso quando fuori ci sono 40°) buono, sano leggero e ….. mitico!!!
    Bravissima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...