Chi ha rubato la marmellata?

Che adoro Montesino l’ho già detto, che trovo perfetta la sua pasta frolla anche. Non ho ancora detto, in compenso, che mi stanco presto ed ho bisogno costante di nuovi obiettivi. Non mi sono stancata del dolce Luca, per carità, e della sua frolla neppure; anzi, lui stesso è una fonte continua di stimoli. Avevo già provato la sua pasta frolla all’olio, che partiva dall’idea geniale di portare l’olio ad una consistenza simile a quella del burro per ottenere lo stesso risultato nell’impasto: la maionese! O meglio un’emulsione di soli tuorli, acqua ed olio ma identica, di aspetto, alla maionese. La frolla così ottenuta si lavorava bene ed era piaciuta molto. L’esperimento successivo? Una frolla con farina di farro senza uova né latticini, adatta quindi agli intolleranti ma perfetta anche per i vegani… la farina di farro e lo zucchero di canna grezzo le conferiscono un tocco di rusticità piacevolissimo, che si sposa alla perfezione con i ripieni di marmellate.
La lavorazione, rispetto ad una frolla tradizionale, è anche più semplice e veloce; il passaggio in frigo è necessario affinché la pasta rassodi e possa essere agevolmente lavorata, quindi nell’accingersi a prepararla si deve tener conto di quell’oretta almeno di riposo.
Con questa dose io ho ottenuto due crostate piccole (teglia da 22cm), farcite con marmellata di prugne ma chi non ama i sapori pungenti ne usi pure di più dolci!

Crostata con pasta frolla di farro all’olio evo di Luca Montersino

Ingredienti:

farina di farro, 500g (io farro spelta setacciata bio)
zucchero di canna grezzo, 250g (io 220g)
olio evo, 70g
olio di semi, 70g
acqua, 125g
lievito per dolci, 12g
bacca di vaniglia (io uso sempre il solito estratto bio)

Procedimento:

Miscelare in una ciotola (io quella del Ken, lavorazione con frusta) l’acqua, i due olii, lo zucchero ed il lievito; aggiungere la farina, i semi di vaniglia ricavati tagliando in due per il lungo la bacca e raschiando l’interno con la punta di un coltello e lavorare (nella planetaria, a questo punto, inserire la foglia) fino ad ottenere un impasto morbido ma ben omogeneo. Sistemarlo quindi in una ciotola, coprire con pellicola e far riposare in frigorifero per almeno un’ora.
Accendere il forno a 170°, modalità statica.
Tirare fuori l’impasto dal frigorifero, lavorarlo di nuovo con 5g di acqua (nella planetaria o a mano), infarinare – sempre con farina di farro – il piano di lavoro, stendere l’impasto e ritagliare un disco un po’ più largo della teglia di 3 o 4 cm. Ungere con olio la teglia e trasferirci il disco di frolla. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta, riempire con marmellata a piacere, decorare con striscioline ricavate della pasta avanzata ed infornare per 35/40 minuti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...