Meglio tardi…

…sì, lo so. sono passati quasi tre mesi. Ero in letargo.
Mi sono svegliata appena in tempo per darvi le ultime due ricette con la zucca, prima che le zucche finiscano – e con le zucche non si scherza, chiedete alla povera Cenerentola.
Senza troppe presentazioni, ché di zucca ormai ho parlato anche troppo, ecco la prima, buonissima, meravigliosa, mirabolante, stupefacente, facile e veloce vellutata!

Vellutata di zucca con crostini, speck croccante e stracchino stagionato

Immagine

Ingredienti:

zucca, 700 g circa
patate, 200 g circa
speck, un paio di fette spesse
stracchino stagionato, 80g circa
pane per i crostini
olio evo
sale
pepe

Procedimento:

Pulire la zucca togliendo la buccia e tagliarla a pezzi regolari; fare lo stesso con le patate.
Far andare in una pentola capace lo scalogno, pelato e tagliato a rondelle sottili, con un paio di giri di olio evo.
Aggiungere quindi la zucca e le patate a pezzi, far rosolare appena e coprire con acqua – l’ideale sarebbe brodo vegetale, ma possiamo usare anche semplice acqua o (la colpa di quello che sto per scrivere è di Marco Pierre White) del poco ortodosso brodo “veloce”. Salare, nel caso in cui si stia usando acqua.
Coprire e lasciar cuocere per una quarantina di minuti, finché il solito metodo della forchetta infilzata darà conferma del giusto grado di cottura di zucca e patate.
Nel frattempo preparare i crostini come meglio preferite, io solitamente taglio il pane a cubetti regolari e lo passo in padella con un filo d’olio evo ma in questo caso mi permetto di suggerire una soluzione alternativa e decisamente più libidinosa… Tagliare lo speck a bastoncini e rosolarlo in padella per renderlo croccante. Toglierlo dalla padella, metterlo ad asciugare su un foglio di carta da cucina e passare i crostini nella padella con il fondo rilasciato dallo speck.
A questo punto non resta che vellutare l’aspirante vellutata con l’aiuto di un frullatore ad immersione, versare nelle scodelle/ciotoline, finire con i crostini, lo speck croccante, qualche pezzetto di stracchino stagionato, una macinata di pepe fresco ed il solito giro d’olio evo.

Immagine

n.b. lo stracchino stagionato utilizzato in questa ricetta è prodotto dall’azienda Casale Nibbi di Amatrice (RI) ed è un davvero favoloso.

p.s. Eliminando lo speck avremo un’ottima vellutata vegetariana ed eliminando anche lo stracchino stagionato un’ottima vellutata vegana. Eliminando la zucca e le patate, invece, la vellutata magicamente svanisce (cosa dicevo della zucca e di Cenerentola?), però possiamo sempre farci un panino con speck e stracchino…

Smashing pumpkins

Ancora zucca! Nei prossimi mesi, vi avverto, la vedrete spesso su questi schermi…
Oltre a piacere da matti a me – il che sarebbe già sufficiente per propinarvela in tutte le salse – questa meraviglia di ortaggio possiede tante, ma proprio tante virtù: ha un apporto calorico irrisorio (solo 18 kcal per 100g), è ricca di fibre, vitamine, carotenoidi e minerali. Non solo: la polpa di zucca è diuretica, disintossicante, rinfrescante e digestiva. Sarebbe cosa buona e giusta, quindi, farne il pieno ora che è la sua stagione.
La zucca è un ingrediente estremamente versatile: si può infilare un po’ ovunque, dalle vellutate ai dolci, dai purè alle paste ripiene, dai risotti alle confetture. Sta bene da sola ma anche in compagnia di cereali, patate, formaggi, salumi, funghi, spezie e tanto altro.
Questa ricetta viene dalla ex-giunonica Nigella e, stranamente per i suoi – forse anche qui dovrei dire ex, visto che adesso è magra e sicuramente avrà smesso di infilarsi nel frigo di notte a caccia di avanzi freddi – standard culinari, è relativamente leggera. Probabilmente perché per me è un piatto unico e per lei un contorno…
Ho apportato un paio di modifiche rispetto all’originale: ho usato rosmarino al posto del timo, noci normali appena raccolte al posto delle pecan ed aggiunto un paio di spicchi d’aglio in camicia. Una sola parola: buonissima!

Zucca al forno con gorgonzola e noci Nigella style

Ingredienti:

zucca, un kg circa
gorgonzola, 100g circa (molto circa… diciamo che mi è scappata la mano! ma in fondo era un piatto unico…)
noci, 50g circa
rosmarino
aglio, due spicchi
olio evo
sale
pepe

Procedimento:

Accendere il forno a 200° ventilato se possibile, altrimenti a 220° statico.
Pulire la zucca, lavando bene la buccia visto che non andrà tolta; asciugarla e tagliarla a pezzi regolari.
Ricoprire una teglia con carta da forno e disporvi i pezzi di zucca, i due spicchi d’aglio in camicia leggermente schiacciati, il rosmarino ben lavato ed asciugato. Aggiungere un bel giro d’olio, regolare di sale e pepe e mettere in forno
Dopo 35/40 minuti controllare la cottura infilzando un pezzo di zucca con una forchetta: se entra facilmente nella polpa, la cottura è perfetta.
Trasferire la zucca in un piatto da portata, completare con il gorgonzola ed i gherigli di noce a pezzetti, mescolare rapidamente e servire.

Cinderella’s magic pumpkin

Questo è forse il primo piatto che ho copiato da un blog di cucina, due o tre anni fa. L’originale prevedeva anche una polenta al gorgonzola in abbinamento ma io mi sono sempre limitata alla parte light del piatto, che è ottima anche da sola. Ormai è diventato un piatto di casa, una sorta di comfort food che riesce a riscaldare anche le sere più fredde e buie. Visto che abbiamo avuto due giorni di vero autunno non mi sono fatta scappare l’occasione per accendere il forno e rifarlo… è di una semplicità disarmante, una di quelle preparazioni minima spesa, massima resa, assolutamente da provare!
Le proporzioni degli ingredienti possono assolutamente variare a seconda dei gusti, io esagero sempre con la zucca perché mi piace moltissimo ma anche lo scalogno diventa tenero e dolce, quindi non abbiate paura di metterne un paio in più.

Zucca, patate e scalogni arrostiti al miele

Ingredienti:

zucca, qui 700g
patate, qui 3 medie
scalogni, qui 4
salvia fresca o essiccata
alloro
rosmarino
miele, 3 cucchiai
succo di mezzo limone
olio evo, un cucchiaio
sale
pepe nero

Procedimento:

Accendere il forno a 200°.
Pulire la zucca e le patate, lavando con particolare attenzione la buccia di entrambi che non andrà tolta; tagliare le patate a spicchi e la zucca a pezzi, di dimensione più o meno simile agli spicchi di patata. Pelare gli scalogni e tagliarli a metà per il lungo.
Mettere le verdure, in ordine sparso, sulla leccarda rivestita con carta da forno. In una ciotolina emulsionare il miele con il cucchiaio d’olio ed il succo di limone. Versare sulle verdure, aggiungere qualche foglia di salvia ed alloro, qualche rametto di rosmarino ed una macinata di pepe nero.
Cuocere per 50 minuti circa, girando delicatamente le verdure a metà cottura. Salare prima di servire (io qui ho utilizzato un sale affumicato).